-A A +A

Comunicati stampa

Martedì, 17 Settembre, 2019

Riduzione del 31% degli eventi di natura criminosa

Anche quest’anno possiamo tracciare un consuntivo finale dell’estate appena trascorsa per attestare l’efficacia delle azioni di prevenzione messe in campo e valutare la bontà del dispositivo attuato al fine di contenere le criticità legate all’aspetto sicurezza.
I dati ci restituiscono una performance notevolmente migliorata rispetto allo stesso periodo del 2018, grazie anche ad una più incisiva e concreta collaborazione raggiunta con le FF.OO.

I dati sono in continuo miglioramento dal 2017 al 2019.

2017 -28% RISPETTO AL 2016
2018 -37% RISPETTO AL 2017
2019 -31% RISPETTO AL 2018

Abbiamo effettuato due diverse tipologie di servizi:

1. servizi dedicati esclusivamente al fenomeno dei borseggiatori e quindi svolti a bordo treno congiuntamente alle FF.OO. (personale di security in supporto e affiancamento alle FF.OO.) Nel 2016 abbiamo registrato 49 eventi di borseggio per arrivare ai 7 eventi nel 2109.

2. servizi di security composti da personale della protezione aziendale e da GPG armate finalizzati alla prevenzione dei reati, all’allontanamento di chiunque provocasse turbativa o disturbo ovvero si rendesse autore di condotte illecite (in questo allertando immediatamente le FF.OO.

Dettaglio RISULTATI

IL DATO GENERALE ESAMINATO DAL 1 GIUGNO AL 31 AGOSTO 2019 RISPETTO ALLO STESSO PERIODO DELL'ANNO 2018, CI RESTITUISCE UNA RIDUZIONE DEL 31% DEL NUMERO COMPLESSIVO DEGLI EVENTI DI NATURA CRIMINOSA.

Nel dettaglio poi:
Gli eventi a danno dell’utenza complessivamente si sono ridotti del 39%
· I furti, borseggi, scippi e rapine sono diminuiti del 71%,
· Le aggressioni sono diminuite dell’33%,
· I disagi derivati dalla presenza di tossicodipendenti, clochard, persone in stato di ebrezza, sono ridotti del 32%
Gli eventi a danno del patrimonio aziendale complessivamente si sono ridotti del 18%
· Le aggressioni subite dal nostro personale sono rimaste pressoché identiche a quelle dell’anno precedente
· I furti sono diminuiti rispettivamente del 33% quelli tentati e del 50% quelli consumati
· Atti vandalici diminuiti complessivamente del 33%

 

Per qualificare il significativo apporto dato dalle FF.OO. si riporta il dato dei fermi o arresti (di cui siamo a conoscenza perché direttamente coinvolti e quindi verosimilmente parziale):
· n. 68 (tra fermi e arresti) in termini di percentuale e raffronto col passato 2018 registriamo quindi un notevolissimo incremento: +143%

 

Allegato:
Giovedì, 12 Settembre, 2019

CREAV: le prime quattro call di EAV per gli street artisti napoletani e campani – lavori di riqualificazione nelle quattro stazioni definite dell’horror

Sono partiti i lavori di riqualificazione delle stazioni di Cercola, Vesuvio De Meis, Brusciano e Santa Maria del Pozzo sulla linea vesuviana.

Il gruppo fb “guida ai misteri ed alle soppressioni della circumvesuviana” il 24 sett 2017 fece un sondaggio tra gli utenti per definire quali fossero le peggiori 8 stazioni della circum.

Tre stazioni sono state già riqualificate (Gianturco, Ponticelli, Moregine), per quattro partono ora i lavori e si completano entro l’anno. Avevamo promesso e stiamo mantenendo l’impegno.

I lavori riguardano una serie di attività di manutenzione rivolte al restyling architettonico delle stazioni. In particolare le attività prevedono un risanamento delle superfici in calcestruzzo degradate, la ritinteggiatura di tutte le superfici imbrattate e non, la verniciature delle opere in ferro e l'impemeabilizzazione delle coperture. Sono previste inoltre anche attività di rifacimento dei bagni. Prevista l’installazione di telecamere di sorveglianza nella stazione di Brusciano, con un potenziamento di quelle già esistenti nelle altre tre stazioni.

La riqualificazione prevede, a margine, anche l’installazione di opere artistiche a firma dei migliori street artisti napoletani e campani.

Qualche mese fa EAV ha istituito e lanciato insieme ad INWARD Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana il primo albo tecnico degli street artisti napoletani e campani denominato CREAV. Il progetto ha il fine di valorizzare i talenti locali attivi nei territori raggiunti dal servizio ferroviario, in tutta Napoli e provincia, ed entro i confini campani.

Gli street artisti di CREAV saranno dunque direttamente invitati a presentare ad EAV proposte artistiche riferite alle stazioni da dipingere, disegnando su rilievi e prospetti predisposti allo scopo le tracce che saranno valutate per la produzione.

Con l’occasione EAV si rivolge anche a tutti quegli street artisti campani interessati alle call ma non ancora iscritti in CREAV. Se incuriositi dalla possibilità di realizzare un'opera sulle stazioni, possono iscriversi in CREAV e procedere con le proposte.

Per informazioni sulle call e sull'albo, scrivere mail all'attenzione dell'Ing. Luca Brancaccio all'indirizzo: l.brancaccio@eavsrl.it

 

Allegato:
Venerdì, 6 Settembre, 2019

Questo pomeriggio, a partire dalle ore 17, la circumvesuviana ospiterà Marco Zurzolo e la sua Banda MVM per il concerto itinerante che dalla stazione di Porta Nolana arriverà in treno a Pomigliano, dove la band si intratterrà in una performance all’interno della stazione per poi riprendere la circumvesuviana alla volta di Roccarainola, meta del concerto serale. L’iniziativa, che fa parte del programma del Pomigliano Jazz ed è organizzata in collaborazione con Eav, porterà la musica all’interno del treno accompagnando i pendolari di ritorno dal lavoro.

“Ospitare il concerto itinerante “Ex Voto” di Zurzolo, evocativo del viaggio dei pellegrini verso Madonna dell’Arco, è anche un modo per rinnovare il ruolo della ferrovia circumvesuviana, parte integrante del territorio vesuviano, compagna quotidiana nel viaggio pendolare verso il lavoro, luogo di condivisione dei disagi ma anche di festa, oltre che l’occasione per aprire le stazioni all’arte ed alla musica” (UDG)

IL PERCORSO: Si parte da Napoli (Napoli Porta Nolana: partenza ore 17.18 – Pomigliano: arrivo ore 17.42) dalla Stazione di Porta Nolana. Qui, in attesa del treno, la Banda MVM inizierà il suo live che continuerà in treno, tra la gente, fino alla prima tappa: la Stazione della Circumvesuviana di Pomigliano d’Arco. Anche qui, scesi dal treno, i musicisti terranno un piccolo show in stazione prima di ripartire (Pomigliano: partenza ore 18.42 – Roccarainola: arrivo ore 19.10) alla volta di Roccarainola. Una volta scesa dal treno, la Banda si sposterà in piazza San Giovanni (Concerto ore 20.00) dove sarà allestito un palco per il primo dei due concerti. Concluso lo show, la Banda si sposterà - grazie a una navetta bus della Circumvesuviana – al Palazzo Caravita di Sirignano, dove alle 21.30 concluderà il suo viaggio con un secondo concerto. Da qui, sarà possibile rientrare a Napoli con la navetta bus messa a disposizione dalla Circumvesuviana.

 

Allegato:
Venerdì, 6 Settembre, 2019

EAV per l'ambiente - raccogliamo l'appello di Jodorowsky. Pianteremo due alberi per l'Amazzonia.

Eav ha deciso di rispondere all'appello del regista cileno, naturalizzato francese, Alejandro Jodorowsky: "Per riequilibrare la tragedia amazzonica, il 7 settembre (...) ogni essere umano pianti un albero, o semini un albero, in qualsiasi località gli sia possibile».

"Sabato prossimo raccoglieremo l'appello "virale" del regista Jodorowsky e pianteremo due alberi nelle stazioni di Corso Vittorio Emanuele e Quarto .

L'iniziativa nasce dalla collaborazione con i "Viavai Barretta", i quali hanno immediatamente deciso di donare le piante e di provvedere alla loro manutenzione.

 

Allegato:
Venerdì, 6 Settembre, 2019

Funivia del Faito – aumento dei viaggiatori del 27% - obiettivo storico di 100 mila viaggiatori a portata di mano.

Si comunica che nel 2019 a tutto agosto abbiamo registrato 80.748 viaggiatori a fronte di 63.599 dello stesso periodo del 2018, con un incremento del 27 %.
Se continua il trend avremo oltre 100.000 viaggiatori a fine esercizio. Record storico nella storia di cinquanta anni della funivia

Il restyling delle carrozze, il nuovo logo, i lavori completati alle stazioni (anche con il superamento delle barriere architettoniche), l’amore per una montagna meravigliosa, sono fattori che hanno contribuito alla riscoperta da parte di turisti e cittadini campani di una passeggiata unica al mondo, che in otto minuti porta dal mare ad oltre mille metri di altezza, svelando al passeggero la vista sul golfo e sul vesuvio, tra il verde e l’azzurro, i colori delle due carrozze!

 

Allegato:
Venerdì, 6 Settembre, 2019

Oggi, 6 settembre, la società Eav è stata interessata da uno sciopero di quattro ore indetto dal sindacato Orsa. Lo sciopero che si è tenuto dalle ore 9,05 alle ore 13,05 ha coinvolto sostanzialmente le linee Vesuviane che si sono quasi completamente fermate, mentre sulle linee Flegree (Montesanto/Torregaveta e Montesanto/Licola), Suburbane (Napoli/Benevento e Napoli/Piedimonte Matese) e Metropolitano (Piscinola/Aversa) il servizio è stato pressoché regolare. Per i servizi automobilistici, invece, non vi sono state ripercussioni per le corse previste nella zona flegrea in partenza dal deposito di Agnano, per quelle previste nel Nolano in partenza dal deposito di Comiziano, per quelle previste nei comuni vesuviani costieri in partenza dal deposito di Torre Annunziata. Le corse di pertinenza del deposito di Galileo Ferraris, Ischia e Sorrento hanno subito alcune soppressioni. Su un totale di 2365 lavoratori presenti hanno aderito allo sciopero n. 61 addetti pari ad una percentuale del 2,57%.

Allegato:
Martedì, 30 Luglio, 2019

I servizi realizzati recentemente dalla Security EAV continuano a dare ottimi risultati grazie soprattutto alla stretta collaborazione offerta dalle Forze dell'Ordine. 

 

Nel corso del mese di luglio si sono intensificate le attività sia a bordo treno che nelle stazioni più a rischio per contrastare le varie condotte criminose che in questo periodo dell'anno fanno registrare una loro particolare recrudescenza.

Durante le operazioni sono state eseguiti numerosi fermi ed arresti, grazie all’intervento tempestivo delle Forze dell’Ordine che hanno sempre dato prova di una grande attenzione alle problematiche del trasposto nella misura in cui le stesse inevitabilmente hanno poi ricadute sul territorio.

I principali da segnalare:

 

Ø  4 luglio : gli addetti della Security fermano in flagranza di reato rapinatore a bordo del treno diretto a Sorrento, arrestato poi dai carabinieri prontamente intervenuti con recupero e restituzione delle refurtiva, al turista derubato.

Ø  7 luglio : i Carabinieri arrestano presso la stazione di Striano noto spacciatore.

Ø  10 luglio: a seguito di operazione della Security, individuata a bordo treno diretto a Napoli, baby-gang formata da circa 10 ragazzi tutti minorenni e senza titolo di viaggio, che arrecavano disturbo ai viaggiatori. Fatti scendere dal treno e consegnati ai Carabinieri presso la stazione di Pioppaino.

Ø  14 luglio: a Sorrento aggressione ai danni di un dipendente EAV. La Polizia di Stato prontamente allertata, ferma l’aggressore.

Ø  16 luglio: durante un’operazione congiunta della Security EAV e dei Carabinieri, individuato e fermato borseggiatore presso la stazione di S. Giorgio Cavalli di Bronzo.

Ø  25 luglio: durante le attività di prevenzione e controllo della Security EAV preso la stazione di Portici  - Bellavista, individuati e fermati 2 spacciatori con un discreto quantitativo di stupefacenti e con precedenti per furto e rapina. Arrestati dai Carabinieri prontamente intervenuti.

Ø  26 luglio: durante un‘operazione della Security EAV presso la stazione di Torre del Greco, individuati 3 giovani intenti nell’estorcere denaro ai viaggiatori diretti ai treni. Nonostante il tentativo di fuga i 3 giovani sono presi e tradotti presso il Commissariato, grazie al tempestivo intervento della Polizia di Stato.

Allegato:
Lunedì, 8 Luglio, 2019

‘La circumvesuviana funziona male, è colpa di De Gregorio’, dice qualcuno. ‘La circumvesuviana funziona ancora, è merito di De Gregorio’, ribatte qualcun altro. La mia opinione è semplice: De Gregorio, alle condizioni date, sta facendo il possibile.

Che i pendolari si lamentino del servizio della Circumvesuviana è comprensibile: il servizio funziona ancora male. Che Cesaro chieda le mie dimissioni è ovvio: potrebbe mai ammettere che l’azienda che aveva lasciato quattro anni fa in fallimento, oggi ha riaperto tutti i cantieri, indetto gare per nuovi treni, programmato 350 assunzioni che perfezionerà entro l’anno, risanato il bilancio, che oggi è tra i primi d’Italia in termini di solidità con un patrimonio che è passato da 10 a 150 milioni di euro in tre anni?

Il cambiamento è un percorso lungo e difficile. I primi due anni del mio mandato li ho impiegati a scongiurare un fallimento dato per certo: basta con la favola del regalo di 600 milioni! Nessun regalo, ho solo svolto il mio dovere di amministratore ed   Incassato un credito che ho trovato già iscritto in bilancio, per pagare debiti per 750 milioni. Cosa che ho fatto firmando, faticosamente e coraggiosamente, centinaia di transazioni e portando avanti un piano certificato da Deloitte che ha consentito alle casse pubbliche un risparmio di oltre 100 milioni di euro (a fronte di perdite per 330 milioni negli anni 2012-15). Sono numeri certificati, non opinioni.

Una volta Risanato il bilancio abbiamo potuto programmare assunzioni ed investimenti. 

Questa era la mission che ho ricevuto dal presidente De Luca e che sto portando avanti.

La manutenzione dei treni non spetta a me, ma spetta a quei dirigenti ed a quel personale che ho trovato in azienda e che quindici anni fa portava tecnicamente bene avanti il servizio e che quindi devo ritenere sia ancora in grado di farlo oggi. Certo la carenza di personale produce effetti negativi , occorre un urgente ricambio generazionale e forze nuove perché  il personale è davvero ridotto ai minimi termini. Entro Poche settimane assumiamo 20 giovani ingegneri, a seguire macchinisti, operai ecc. 

Oggi sulla circumvesuviana mancano treni e personale per condurre i treni. Il servizio è carente? È un miracolo che esista.

Le condizioni per migliorare? Sono tutte in campo: gara per nuovi treni, investimenti ed assunzioni.

Accetto tutte le Critiche, purché mi si indichi  dove ho sbagliato.

 1. Nel fare la transazione con Ansaldo per rimettere sui binari 20 treni metrostar? Senza la transazione stipulata dal sottoscritto nel 2016 che ha rimesso in esercizio 20 treni  comprati negli anni 2008-11 e che erano praticamente fermi in magazzino, oggi la circumvesuviana sarebbe  morta: infatti se abbiamo oggi mille problemi con 55-60 treni in circolazione, ne avremmo avuto diecimila di problemi con 35-40 treni in circolazione.

2. Nel non aver messo in tempo sui binari treni i dati in revamping cinque anni fa, quindi prima del mio arrivo, a due imprese che poi purtroppo sono state dichiarate fallite? 

Se avessi risolto il contratto avrei messo forse le carte a posto ma  i treni, già consegnati ai fornitori ,  non li avremmo mai più rivisti in Eav ed invece il primo è stato già consegnato ed è in servizio.

Dobbiamo recuperare un ritardo di programmazione di almeno venti anni nell’acquisto di treni e nel reclutamento del personale.  Siamo determinati a farlo pur tra mille problemi. È una sfida difficile, al limite del possibile.  Bisogna Affrontare problemi strutturali e culturali, se non affrontiamo i quali ogni tentativo resterà vano. 

Giusto che i pendolari della circumvesuviana si lamentino di Eav. Sbagliato confondere chi ci ha messo la faccia sulla patata bollente di Eav con Il problema antico di Eav. 

Infine ricordo che Eav non è solo Circumvesuviana. Sulla Cumana e metroCampania abbiamo immesso in esercizio 13 treni nuovi: nei cinque anni precedenti I treni nuovi messi in esercizio sono stati pari a zero. Abbiamo riqualificato 30 stazioni: nei precedenti 5 anni zero! Sulla gomma abbiamo risolto tutti i nodi lasciati dal fallimento (questa volta dichiarato formalmente proprio in tribunale nel 2012) di Eavbus, ricomprando dal fallimento tutti i beni  per svolgere il servizio. Sugli investimenti abbiamo trovato tutti i cantieri chiusi, oggi abbiamo tutti i cantieri aperti , definito tutti i contenziosi e lavori in corso per oltre un miliardo di euro . La funivia del faito? Era chiusa, oggi è un gioiello. 

Io vado avanti serenamente, con la consapevolezza dei mille problemi ancora da affrontare ed anche con la consapevolezza che occorrano scelte radicali, anche nella governance e nei rapporti tra aziende e proprietà,  nonché nelle relazioni sindacali, per ottenere davvero un cambiamento nelTPL campano . Cambiamento che non dipende affatto solo da De Gregorio! Magari fosse così e se fosse utile e me lo chiedesse il Presidente De Luca non avrei alcun problema a fare un passo indietro.  Il lavoro e nuovi progetti , ringraziando Dio, non mi mancano. E la poltrona di Eav mi espone a rischi e responsabilità quotidiane, di ogni genere, enormi.

 

Allegato:
Venerdì, 21 Giugno, 2019

Oggi si è tenuta in Regione alla presenza del presidente commissione trasporti Luca Cascone una riunione programmatica. 

A titolo sperimentale DOMENICA PROSSIMA 23 Giugno per arginare i fenomeni di affollamento viaggiatori / atti vandalici sui treni della linea Napoli - Sorrento, verificatisi in particolare nel corso delle ultime settimane, ed in considerazione delle contingenti difficoltà in termini di disponibilità di materiale rotabile nonché di personale viaggiante, EAV ha disposto - a titolo sperimentale per la sola giornata di domenica 23 giugno 2019 – una serie di misure tese ad evitare disagi ed eccessivo affollamento che determini rischi alla sicurezza dei viaggiatori sulla Napoli – Sorrento, che presenta uno straordinario picco di domanda di trasporto in queste giornate festive.

Le misure varate a titolo sperimentale sono le seguenti:

  1. La soppressione del servizio ferroviario Napoli – Scafati - Poggiomarino.

Rispetto al vigente Programma di Esercizio verranno tuttavia garantite le prime 3 corse del mattino da Poggiomarino vs Napoli (con partenze rispettivamente alle ore 5:57, 6:27 e 7:04) e le ultime 3 da Napoli vs Poggiomarino (con partenze rispettivamente alle ore 18:54, 19:25 e 19:55). - 4092 Poggiomarino - Scafati – Napoli.

Tali soppressioni consentiranno di recuperare n. 6 ETR e alcuni turni di personale viaggiante e macchina, fondamentali in questo momento ad assicurare una migliore regolarità e puntualità richiesta sulla linea Napoli – Sorrento.

Il servizio di TPL sulla direttrice Napoli – Poggiomarino verrà comunque assicurato dalle corse esercite lungo la tratta Napoli – Torre Annunziata della linea Napoli – Sorrento ogni 30’ e da un servizio automobilistico sostitutivo cadenzato tra Torre Annunziata e Poggiomarino.

  1. Un programma di esercizio con corse a fermate alternate, limitatamente alla fascia oraria indicativa 09:00 – 15:00 in direzione Sorrento.

Pertanto, con riferimento al vigente Programma di Esercizio, le corse ferroviarie della linea Napoli – Sorrento con partenza alle ore 9.09, 10.09, 11.09, 12.09 e 13.09 non effettueranno servizio viaggiatori nelle località di Via Gianturco, S. GIOVANNI A TEDUCCIO, BARRA e S. Maria del Pozzo, alternandosi alle corse ferroviarie con alle ore 9.39, 10,39, 11.39, 12.39 e 14.09 che, invece, non effettueranno servizio viaggiatori nelle località di TORRE ANNUNZIATA OPLONTI e Via Nocera.

  1. Nelle stazioni di Sorrento e di Napoli Porta Nolana verranno istituite squadrette “bordi sensibili” per intervenire tempestivamente in caso di danni a bordo. 
  2. Inoltre abbiamo incrementato il servizio di security . Avremo squadre di controlleria in dieci stazioni, guardie giurate anche armate e cinofile.

Confidiamo che le azioni messe in campo, allorché a titolo sperimentale, possano dare una risposta concreta agli incresciosi episodi di vandalismo, sovraffollamento e di malessere che si sono verificati recentemente sulle linee vesuviane EAV. 

Se tutto questo dovesse risultare ancora insufficiente, stiamo valutando, per gravi motivi di sicurezza e di ordine pubblico, sempre in via sperimentale, dispositivi più drastici.

 Naturalmente abbiamo anche varato un piano straordinario di manutenzione del materiale rotabile gomma e ferro. Il primo treno revampizzato verrà immesso in servizio a fine mese.

 

 

Allegato:
Lunedì, 17 Giugno, 2019

Con l’inizio della stagione estiva Eav ha predisposto un programma straordinario di sicurezza per garantire maggiore controllo nelle stazioni delle linee ferroviarie.

I servizi straordinari andranno in vigore da subito sino a fine agosto e interesseranno di tutti i fine settimana (sabato e domenica) in ragione della maggiore incidenza dei fenomeni criminosi.

Verranno pertanto predisposti servizi di GPG (guardie particolari giurate, armate e non) presso le stazioni di: piazza garibaldi, Porta Nolana, giANTURCO, BARRA, S.M. DEL POZZO, S. GIORGIO, ERCOLANO SCAVI, pompei villa dei misteri, CASTELLAMMARE/FAITO, VICO EQUENSE, meta, SORRENTO, torregaveta, lucrino, POZZUOLI, FUORIGROTTA, SOCCAVO . 

Dal lunedì al venerdì verranno comunque garantiti servizi speciali nelle stazioni di:

 piazza garibaldi, giANTURCO, BARRA, S.M. DEL POZZO, S. GIORGIO, FUORIGROTTA, SOCCAVO, 

piu’ altre 7/8 stazioni che saranno oggetto di vigilanza, scelte a rotazione fra quelle più’ a rischio.

Verranno inoltre predisposti servizi a bordo treno nelle fasce orarie più critiche.

Grazie alla collaborazione con i Carabinieri di Torre Annunziata stiamo già effettuando servizi antiborseggio a bordo treno nella tratta più a rischio Napoli-Sorrento.

Lo sforzo attuato dall’EAV, da solo, non può essere esaustivo ma è tuttavia di supporto e di collaborazione con tutti gli enti preposti alla tutela del territorio e dei cittadini quali FF.OO., Comuni/Polizia Municipale, al fine di garantire e migliorare il livello di sicurezza individuale e collettiva in tale particolare periodo dell’anno.

 

Allegato:

Pagine

 

EAV

Ente Autonomo Volturno S.R.L

SOCIO UNICO REGIONE CAMPANIA

Corso Garibaldi, 387
80142 Napoli ITALY

C.C.I.A.A. Napoli n. 4980 

C.F. e P. IVA 00292210630

Capitale sociale € 50.000.000,00