-A A +A

Comunicati stampa

Mercoledì, 21 Febbraio, 2024

Ieri sera nel Comune di Bacoli vi è stato un ennesimo atto vandalico contro un bus in servizio. Per fortuna nessun ferito. Il finestrino è stato rotto e verrà riparato. L’oggetto che ha rotto il finestrino pare sia un sasso, ma le autorità competenti sono al lavoro per gli opportuni approfondimenti.

Il Presidente di EAV Umberto De Gregorio ha commentato: “pare vi sia in queste ultime settimane una recrudescenza di atti vandalici, alcuni addirittura plateali con l’evidente scopo di creare panico. I lavoratori meritano rispetto e non si lasciano intimidire, tuttavia appare necessaria una maggiore attenzione al tema sicurezza nel trasporto pubblico locale. Noi facciamo la nostra parte ma abbiamo bisogno di supporto, la collaborazione con le forze dell’ordine è massima ma siamo ovviamente disponibili a concertare nuovi interventi”.

 

Allegato:
Martedì, 20 Febbraio, 2024

Numeri importanti nel 2023 per il Campania Express, il treno turistico che da Napoli porta a Sorrento transitando per Pompei ed Ercolano. In aumento il numero dei passeggeri, circa 213.000, praticamente raddoppiati rispetto ai 106.000 del 2022, che hanno potuto beneficiare di un servizio confortevole con assistenza di hostess a bordo.

Il risultato del 2023 è anche frutto delle collaborazioni sottoscritte con agenzie e tour operator e, in particolare, con Distribusion, una travel tech start-up tedesca che collega gli operatori con i rivenditori a livello globale, con oltre 60 operatori, 3500 agenzie di viaggio e decine di rivenditori online già consolidati. Un accordo che consente al Campania Express di essere presente su tutte le più importanti piattaforme di vendita online in Europa e nel Mondo.

Un volume di incassi passato da 1 milione e mezzo del 2022 ai oltre 3 milioni di euro, con un incremento del 100% .

Un successo rafforzato anche dall’accordo con Trenitalia che consente la realizzazione a Piazza Garibaldi dell’interscambio con le linee nazionali ferroviarie, mettendo in collegamento diretto, con l’utilizzo di una tariffa integrata, le destinazioni del Campania Express con le principali città italiane.

L’aumento del biglietto a 15 euro non ha determinato alcuna criticità sulla domanda ma ha consentito al servizio di autofinanziarsi senza contributi pubblici.

“La sfida per i prossimi anni – ha dichiarato il Presidente di EAV Umberto De Gregorio -  con i nuovi treni ed il nuovo segnalamento ferroviario, è trovare il giusto equilibrio tra servizio turistico e servizio per i pendolari, senza penalizzare nessuno e migliorando le condizioni del servizio per i pendolari su tutte le linee, sfruttando le risorse finanziarie che il turismo può produrre sul territorio a vantaggio di tutti. “

 

Importante il successo anche per la Funivia del Faito, che dalla stazione di Castellammare, anch’essa raggiungibile col Campania Express, consente di proseguire il viaggio in funivia fino al Monte Faito. La funivia nel suo periodo stagionale di attività, dalla primavera a fine ottobre, ha servito oltre 100.000 passeggeri accolti anche da numerose iniziative organizzate dalle attività commerciali locali.

 

Allegato:
Giovedì, 14 Dicembre, 2023
Questa notte presso l’officina di Quarto una guardia giurata di EAV è stata aggredita da alcuni writers intenti a graffittare i treni.
Nonostante l’intervenuto dei Carabinieri non è stato possibile accertare l’identità dei writers in quanto al loro arrivo erano già fuggiti. Si è resa, inoltre, necessaria l’assistenza sanitaria per fornire le dovute cure all’agente ferito ad una mano ed alle gambe.
Ciò che sorprende è che questo episodio sia accaduto a poche ore dalla presentazione del treno disegnato da Pluto, noto street artist che per anni ha disegnato senza consenso sui treni di EAV. La storia di Pluto avrebbe dovuto far comprendere ai writers che EAV non demonizza la loro attività ma al contrario è sempre aperta al confronto
Allegato:
Giovedì, 14 Dicembre, 2023

EAV informa che nel prossimo fine settimana sulla tratta Poggiomarino – Sarno saranno effettuate le attività straordinarie di manutenzione indispensabili per la sicurezza dell’esercizio.
Per consentire i lavori la circolazione tra le stazioni di Torre Annunziata e Poggiomarino verrà interrotta dalle ore 15.30 del 16 dicembre e per l’intera giornata del 17 dicembre.

Durante l’interruzione i treni della linea Napoli – Scafati – Poggiomarino saranno limitati alla tratta Napoli - Torre Annunziata. La tratta Torre Annunziata-Poggiomarino sarà garantita da un servizio autobus sostitutivo.

Sabato 16 quindi l’ultimo treno per Poggiomarino (via Scafati) partirà da Napoli Porta Nolana alle ore 14:14 (treno 4143) . Dal treno successivo, con partenza da Napoli P.N. alle ore 14:50 (tr. 4149) la circolazione sulla linea sarà limitata a Torre Annunziata e sarà possibile proseguire per Poggiomarino con servizio autobus sostitutivo.
L’ultimo treno in partenza da Poggiomarino verso Napoli partirà alle ore 14:54 (treno 4148).
Le successive partenze da Poggiomarino verso Napoli saranno garantite con servizio bus fino a Torre Annunziata.
Le stazioni saranno regolarmente presidiate al fine di offrire un servizio di supporto alla clientela.

Il giorno 18 dicembre il servizio ferroviario riprenderà regolarmente.

Allegato:
Giovedì, 14 Dicembre, 2023
Firmato oggi il contratto tra EAV e l’ATI Infratech Consorzio Stabile S.c.a r.l, Francesco Ventura Costruzioni Ferroviarie srl e Costruzioni Piccolo srl per l'affidamento delle attività di “adeguamento per la sicurezza delle gallerie delle linee vesuviane alle vigenti normative strutturali e prevenzione incendi” del valore di circa € 56.000.000 € a valere sul Piano Nazionale per gli Investimenti Complementari (“PNIC”).
L’attività prevede, oltre alla progettazione esecutiva, l’esecuzione delle opere di adeguamento sia strutturale che degli impianti tecnologici ed antincendio delle gallerie presenti sulle linee vesuviane, ad eccezione della galleria Castellamare di Stabia – Vico Equense già in fase di ammodernamento, riqualificando le stesse alle vigenti norme STI (specifiche tecniche di interoperabilità). Le stesse inizieranno orientativamente a marzo 2024 e termineranno entro e non oltre giugno 2026.
Alla fine dei lavori, quindi, tutte le gallerie delle linee vesuviane saranno adeguate

 

Allegato:
Mercoledì, 13 Dicembre, 2023
Oggi alla firma del contratto 21 capitreno . Su 21 abbiamo 8 donne, la più giovane ha vent’anni.
Abbiamo sforato quota 1200 assunzioni negli ultimi 5 anni. Più di un dipendente su tre è neoassunto. Moltissime donne.
Nella foto i giovani capitreno nei nuovi uffici di Porta Nolana. La stazione di Porta Nolana in restyling sarà pronta per Pasqua.

 

Allegato:
Mercoledì, 13 Dicembre, 2023
Questa mattina una delegazione di EAV ha partecipato all’iniziativa “Decorare il Natale” promossa dal Comitato Regionale UNICEF Campania dedicata ai bambini affetti da ipoacusia seguiti dal Centro di Riferimento Regionale per la diagnosi precoce di sordità dell’Unità Operativa Complessa di Audiologia e Vestibologia. L’obiettivo dell’evento è aiutare i piccoli pazienti e le loro famiglie a cambiare prospettiva e guardare gli ambienti ospedalieri non solo come centri di cura ma come luoghi ricettivi e di accoglienza.
Sono molte le iniziative a cui EAV partecipa con entusiasmo e sostiene con le risorse o strumenti disponibili, consapevole del ruolo che svolge e della sua capillarità territoriale. Solo attraverso l’attivazione di sinergie con gli Enti e le Associazioni locali è possibile fornire un contributo concreto alle esigenze della collettività
Allegato:
Martedì, 12 Dicembre, 2023
Presentato oggi all’officina di Ponticelli il Treno di Natale realizzato dal writer Ciro Iacomino, in arte Pluto, che circolerà sulle linee vesuviane di EAV.
L’opera artistica si intitola Reborn Hope e descrive un moderno Babbo Natale intento a portare un messaggio di speranza e fiducia nel mondo, aiutato dai sui elfi e folletti dotati di terzo occhio che rappresenta la provvidenza. Un’opera realizzata in tempi record per non sottrarre materiale rotabile all’esercizio e non creare disagi all’utenza.
Questo treno, inoltre, rappresenta il prosieguo di un dialogo aperto tra EAV ed i writers affinché si riesca a regolamentare, sui treni più datati, un’attività che per anni è stata demonizzata a causa degli elevati costi sopportati dall’azienda per la rimozione dei graffiti nonché per il disagio provocato ai viaggiatori. Così come già avviene per i murales, EAV crede nell’espressione di qualsiasi forma d’arte, compreso i graffiti, l’importante è che questi vengano autorizzati e realizzati in totale sicurezza
Allegato:
Giovedì, 7 Dicembre, 2023

Di seguito i dati dello sciopero di 4 ore proclamato per oggi 7 dicembre dalle OO.SS. Conf.a.i.l. e Or.s.a.

Personale Treni presente nelle ore di sciopero 280  - Aderenti 109  per una percentuale del 38,92%.

Soppresse 87 corse su 140 programmate per una percentuale di soppressione del 62,14%.


 

Allegato:
Giovedì, 7 Dicembre, 2023
Il passaggio a livello di via Cosenza si trova lungo la tratta del raddoppio della linea Circumvesuviana. I lavori del raddoppio, come da cronogramma, si concluderanno nel 2025 e, contestualmente all’arrivo dei nuovi treni, si avrà una maggiore frequenza delle corse da Napoli a Sorrento. Di conseguenza, il passaggio a livello di via Cosenza resterà chiuso tre minuti ogni sei minuti, generando così una situazione insostenibile che paralizzerà la città dividendola, difatti, in due, ovvero, isolando rione S. Marco dal centro cittadino. Numerosi saranno, dunque, i disagi per tutti gli utenti della strada. Per ovviare a tutto ciò, l’unica soluzione possibile, ampiamente analizzata dai progettisti, è la realizzazione del sottopasso che oltretutto prevede importanti interventi di riqualificazione urbana dell’area circostante.
Da alcuni mesi, però, si contesta la realizzazione del sottopasso. Pertanto riportiamo alcune delle perplessità, più volte sollevate dalle pagine social e dalla stampa locale.
- Durante i lavori del sottopasso ci sarà interruzione del servizio, ovvero, i treni continueranno a transitare regolarmente?
Si. I treni continueranno a transitare regolarmente
- Nel sottopasso carrabile di via Cosenza, potranno transitare gli autobus?
Si. La sezione trasversale del sottopasso per tutto il suo sviluppo longitudinale ha le dimensioni necessarie al transito contemporaneo di due autobus, provenienti da entrambi i sensi di marcia. L’altezza (minima di 4,50mt) è adeguata al transito di autobus.
- Il Rione S. Marco sarà isolato da Castellammare Centro dopo la realizzazione del sottopasso?
No. La realizzazione del sottopasso collegherà H 24 il Rione S. Marco a Castellammare centro. Infatti, con la rimozione del passaggio a livello, che crea continue interruzioni al traffico veicolare e pedonale, ci sarà il collegamento diretto con il Rione S. Marco.
- Il Sottopasso comporterà l’incremento di inquinamento acustico e ambientale nella zona?
No. È stato effettuato uno studio ambientale pre e post intervento e, con la realizzazione del sottopasso, si prevedono dei miglioramenti acustici e ambientali con l’azzeramento dei tempi di sosta dei veicoli in corrispondenza della chiusura del passaggio a livello.
- I negozi chiuderanno nei 24 mesi di realizzazione dei lavori?
No. È stato approfondito uno studio sulle fasi di realizzazione dei lavori, durante le quali saranno assicurati tutti gli accessi pedonali alle unità residenziali e commerciali. Verrà altresì garantito l’accesso carrabile ai mezzi di soccorso ed ai mezzi di carico e scarico merci. Inoltre, è previsto un’indennità, un ristoro, per i commercianti che subiranno calo delle vendite.
- I residenti ed i commercianti saranno abbandonati a sé stessi durante la realizzazione dei lavori?
No. Prima dell’avvio dei lavori saranno effettuati dei testimoniali di stato sugli edifici presenti in corrispondenza dell’area di cantiere, per verificare lo stato attuale degli edifici che saranno opportunamente monitorati. In caso di danni verranno immediatamente messi in sicurezza, assicurati e ci sarà risarcimento per tutti gli eventuali danni.
Si pianificheranno incontri costanti con la cittadinanza per un aggiornamento continuo sullo stato dei lavori e su eventuali problematiche e disagi che emergeranno, per intervenire con tempestiva risoluzione.
- Durante la realizzazione dei lavori, con la chiusura al traffico veicolare di Via Cosenza, il rione S. Marco sarà totalmente isolato?
No. È stato effettuato uno studio della viabilità. Innanzitutto sono previsti due interventi propedeutici al sottopasso, ovvero, la realizzazione della rotatoria, lungo la SS145-SS366, e l’allargamento del Ponte De Nicola. In questo modo, si creeranno numerose alternative a Via Cosenza, e ci sarà un potenziamento della segnaletica orizzontale e verticale per comunicare i percorsi alternativi. Il tutto verrà condiviso e progettato di concerto con i tecnici del Comune di Castellammare.
- A cosa serve il doppio binario?
Questo intervento risulta fondamentale in quanto incrementerà le corse giornaliere Napoli – Castellammare (con frequenza ogni 12 minuti) e faciliterà i collegamenti con Napoli e Sorrento.
- Perché è necessario il sottopasso di Via Cosenza?
Il sottopasso, risulta fondamentale in quanto permetterà la costante connessione tra Castellammare Centro ed il Rione San Marco, senza le attuali interruzioni previste con la chiusura del passaggio a livello. Inoltre, incrementando il passaggio giornaliero, ovvero, la frequenza delle corse dei treni il passaggio a livello resterebbe chiuso più spesso e più a lungo comportando un enorme problema di sicurezza oltre che numerosi disagi ai cittadini.
- Perché si torna a discutere di questo sottopasso se in passato il Consiglio Comunale si era espresso negativamente?
Il progetto del sottopasso non è mai stato bocciato. Nella Conferenza dei Servizi del 2019, il progetto non venne presentato perché non ancora disponibile e, tra l’altro, non era neanche all’ordine del giorno. Infatti, nella stessa Conferenza dei Servizi, venne precisato da EAV che il sottopasso non rientrava tra gli argomenti da trattare e venne altresì ribadita la necessità di realizzarlo. Ora, con l’avanzamento dei lavori di realizzazione del doppio binario, lungo la linea Vesuviana, e con l’acquisto da Stadler di 100 nuovi treni l’opera risulta necessaria. Oltretutto nel 2025, completati i lavori del raddoppio del binario, il passaggio a livello in pieno centro storico non è concepibile e forse neanche corrispondente alle attuali normative di sicurezza ferroviaria.
- I lavori durano troppo e creano disagi ai cittadini
Qualunque opera pubblica necessità di tempi adeguati e crea disagi ma non è una buona ragione per non realizzarla.
- Il progetto del sottopasso prevede anche la realizzazione di opere accessorie-compensative?
Si. Nell’ambito del progetto di realizzazione del sottopasso di via Cosenza si prevede la realizzazione dei seguenti interventi:
• Ascensore inclinato;
• Parcheggio interrato sul Monte Solaro;
• Area di accoglienza di Villa Arianna ed il nuovo poligono di tiro;
• Rampa di collegamento all’area archeologica di Villa Arianna.
- Cosa succederà nel 2025 senza la realizzazione del sottopasso?
Si determinerà blocco della circolazione. Ultimati i lavori del raddoppio della tratta Torre Annunziata – Castellammare il passaggio a livello, infatti, resterà chiuso minimo 3’ ogni 6’.
Inoltre, ai tempi di chiusura minimi vanno aggiunti gli ulteriori tempi dettati da:
• Applicazione nuove norme nazionali di sicurezza (ANSF)
• Installazione dei nuovi sistemi di sicurezza (ERMTS)
• Disposizioni ente gestore.

 

Allegato:

Pagine

 

Ente Autonomo Volturno S.R.L

SOCIO UNICO REGIONE CAMPANIA

Corso Garibaldi, 387
80142 Napoli ITALY

C.C.I.A.A. Napoli n. 4980 

C.F. e P. IVA 00292210630

Capitale sociale € 50.000.000,00