-A A +A

Comunicati stampa

Giovedì, 28 Maggio, 2020

La stagione estiva presenta cronicamente, ogni anno, dei problemi in termini di eccessivo affollamento oltre i limiti consentiti sui treni diretti a Sorrento da Napoli, in particolare il sabato e la domenica e nei giorni festivi, nonché spesso problemi di vandalismo e di ordine pubblico. Eav ha elaborato soluzioni nel tentativo di garantire nel modo migliore il diritto alla mobilità nel rispetto delle norme di sicurezza sanitaria (distanziamento) e nella speranza di non creare problemi di ordine pubblico. Nessun collegamento verrà interrotto, ma si rendono necessarie misure compatibili con le disposizioni che impongono di limitare al 25% i passeggeri consentiti per ogni treno. Naturalmente è richiesta collaborazione dei cittadini, delle forze dell’ordine e dei Comuni interessati.

Il piano messo a punto prevede, nelle giornate festive e il sabato e la domenica, nelle fasce orarie dove è più alto il numero di passeggeri, percorsi frazionati e corse dirette da Napoli verso la penisola sorrentina, limitando i punti di fermata intermedi. Pertanto a partire dal 2 giugno la circolazione sulla linea Napoli Sorrento subirà le seguenti variazioni:

Da inizio servizio e fino alle 9.30, i treni in direzione Sorrento effettueranno servizio viaggiatori esclusivamente nelle fermate di Napoli Porta Nolana, Napoli Garibaldi, San Giorgio a Cremano, Portici Via Libertà, Ercolano Scavi, Torre del Greco e tutte quelle comprese tra Castellammare di Stabia e Sorrento  

Dalle 9.30 alle 11.30 i treni in direzione Sorrento effettueranno regolare servizio viaggiatori esclusivamente tra Torre Annunziata e Sorrento

Dalle 11.30 alle 16.00 tutti i treni in direzione Sorrento effettueranno regolare servizio viaggiatori esclusivamente tra Napoli e Castellammare di Stabia;

A partire dalle ore 16 tutti i treni da Napoli in direzione Sorrento effettueranno il regolare servizio viaggiatori.

Per tutta a durata del servizio, da inizio a fine giornata, i treni da Sorrento in direzione Napoli effettueranno regolare servizio viaggiatori.

Il programma dettagliato, con gli orari relativi ai giorni festivi ed a quelli di sabato e domenica è pubblicato su eavsrl.it.

Si tratta di una prima sperimentazione e si monitoreranno costantemente i risultati del servizio  e l’evoluzione delle misure di sicurezza nazionali e regionali in materia di covid per apportare i necessari correttivi

Allegato:
Martedì, 19 Maggio, 2020

Oggi il socio Regione Campania ha autorizzato EAV a proseguire nel piano di assunzioni programmato. Piano che passa al momento, dagli iniziali 350 a 435 unità. Di queste 164 sono state già assunte nei mesi scorsi, un centinaio verranno assunte a Giugno ed un altro centinaio a Luglio. Il piano di assunzioni previsto sarà completato a Gennaio 2021.

Le assunzioni rappresentano un punto strategico ed irrinunciabile del piano di rilancio di EAV. Nonostante la crisi drammatica del Coronavirus, che ha visto scendere gli incassi da biglietteria al lumicino e costretto a ricorrere temporaneamente alla cassa integrazione per circa 500 persone, per avere un futuro dobbiamo assumere e puntare sul ricambio generazionale. Sarebbe immorale rinunciare e negare il posto di lavoro a chi aveva partecipato faticosamente ad un concorso e posto le speranze del suo futuro in EAV. Entro fine mese tutti coloro che sono stati messi in cassa integrazione rientrano in servizio.

Allegato:
Lunedì, 4 Maggio, 2020

Vesuviane – Poca folla, tutti con mascherina. Un po' di ritardi a causa di una soppressione.

Flegree  - Poca gente in partenza da Montesanto – Molte persone in arrivo. Treni pieni sulla circumflegrea. Tutti con la mascherina. Ritardi zero.

Alla stazione di Licola .operazione di controllo in entrata dalle 6 alle 9 di mattina. Moltissime persone (maggioranza extracomunitari) sprovvisti di biglietti e mascherina sono stati bloccati. Importante la collaborazione dei carabinieri di Pozzuoli alle nostre guardie giurate ed al servizio EAV controlleria.

Metropolitana (linea arcobaleno Piscinola/Aversa) : frequentazione medio-bassa, tutti con la mascherina.

Gomma – Pochi bus affollati ma nessuno supera le 20 persone. Molti bus con poche persone.

Uffici - Parte la sperimentazione del controllo temperatura dei lavoratori nei siti di Porta Nolana, Don Bosco, Ferraris, Ponticelli.

La situazione viene monitorata e si studiano correttivi ed integrazioni per i prossimi giorni.

Allegato:
Giovedì, 30 Aprile, 2020

Con l’avvio della cosiddetta Fase 2, a partire dal prossimo 4 maggio, ci aspettiamo cambiamenti delle esigenze della clientela, che necessariamente devono integrarsi con le norme previste dai recenti dispositivi governativi e, soprattutto, col buonsenso.

Anche sugli autobus è previsto il rispetto del distanziamento sociale e, quindi, i posti offerti diminuiscono rispetto a quelli previsti dalla Carta di Circolazione.

Per facilitare, sulle porte degli autobus sono affissi avvisi dove sono riportati il numero dei viaggiatori massimo a garanzia del distanziamento sociale. Altri avvisi saranno affissi all’interno degli autobus.

Del superamento del numero non è responsabile il conducente; né tantomeno è responsabile del mancato rispetto da parte di altri viaggiatori del distanziamento.

Il conducente, inoltre, laddove necessario ed opportuno per non superare il numero di viaggiatori previsto, potrà non effettuare fermate per la salita di viaggiatori in attesa alla fermata; in tali casi, ai viaggiatori prenotati per la discesa sarà consentita la fermata appena possibile.

Sugli autobus saranno individuati in maniera inequivocabile i posti NON occupabili.

È evidente che tale modello di gestione potrà essere mantenuto solo con il solito buon senso e senso di responsabilità di tutti i clienti.

Lo stesso, ovviamente, vale per l’obbligo dell’uso della mascherina a bordo dell’autobus e la raccomandazione all’uso di guanti.

Eav potenzierà, dal 4 maggio, i servizi su gomma e, sul sito, saranno pubblicati tutti gli orari in vigore da quella data.

Inoltre, nel clima di incertezza che caratterizza l’avvio della Fase 2, sono predisposti, sperimentalmente, servizi aggiuntivi “da prenotare” da parte della clientela il giorno precedente, nel caso l’offerta al pubblico da orario presentasse delle mancanze.

Ovviamente non si tratta di un servizio taxi e il servizio è offerto solo per alcune linee, riportate di seguito, da effettuare nei limiti delle risorse disponibili e solo se l’ordinaria offerta è incompatibile con l’esigenza del cliente.

Eventuali clienti, potranno contattare i numeri:

terraferma: 081 7354882

Ischia: 081 7354796

Procida: 081 7354802

e indicare il tipo di servizio che si richiede per il giorno successivo. Entro un’ora, il cliente sarà ricontattato per ricevere conferma del viaggio o diniego; in tal caso saranno offerte soluzioni alternative.

Trattandosi di modalità sperimentale, è valida la normale tariffa ma il potenziale viaggiatore dovrà mostrare al conducente il titolo PRIMA di iniziare il viaggio. In caso contrario, il servizio NON sarà effettuato e il conducente tornerà al proprio deposito.

I servizi sui quali sarà possibile richiedere corse prenotate sono:

  • Massalubrense – Sorrento – Meta
  • Napoli – Torre del Greco – Scafati
  • Servizi del Vallo di Nola/Lauro
  • Linea Nola - Napoli
  • Linea Monte di Procida – Pozzuoli - Napoli
  • Linee della rete di Ischia
  • Linee della rete di Procida

Potranno essere richieste corse in partenza al max entro le ore 21.00.

Allegato:
Giovedì, 30 Aprile, 2020

Per evitare l’affollamento dei mezzi di trasporto pubblico, le autorità sanitarie nazionali raccomandano l’uso, per quanto possibile, del lavoro agile e soprattutto “l’articolazione dell’orario di lavoro differenziato con ampie finestre di inizio e fine attività, al fine di prevenire picchi di aggregazione”.

Solo in questo modo si potrà consentire che la domanda di trasporto degli utenti sia compatibile con l’offerta di trasporto delle aziende che, per consentire il distanziamento sociale, vede ridotta la sua disponibilità di posti su bus e treni, in tutta Italia, al 25% del potenziale. 

EAV cerca di dare il buon esempio e - con effetto dal giorno 11 Maggio - prevede l’accesso agli uffici del proprio personale amministrativo distinto in tre fasce orarie, a secondo del cognome, con elasticità di un’ora:

dalle 7,30  cognome da A a D

dalle 8,30 cognome da E a O

dalle 9,30  sino alle 10,30 cognome da P a Z

Se tutti gli uffici pubblici e privati ed i negozi facessero qualcosa di simile, differenziando l’orario di ingresso dei lavoratori in ampie fasce orarie, non avremmo il temuto e pericoloso effetto di affollamento nelle ore di punte di treni e bus.

Il lavoro agile, oggi svolto da quasi il 90 per cento del personale amministrativo in EAV, verrà portato intorno al 50%, assicurando sempre una presenza fisica non inferiore al 30%, e sempre compatibilmente alle esigenze di servizio.

Allegato:
Martedì, 28 Aprile, 2020

EAV sta seguendo con attenzione e preoccupazione le direttive del Governo sul trasporto pubblico da porre in essere nella fase due, a partire dal 4 maggio e poi dal 18 Maggio.

Oggi abbiamo una frequentazione pari a circa il 10 per cento dei passeggeri abituali. Riteniamo che in sicurezza questa percentuale possa arrivare al 25 per cento.

Soltanto in questo modo si potrà assicurare il distanziamento sociale.

In realtà nel decreto non è chiarissimo che sui treni delle ferrovie isolate e sulle metropolitane vada rispettato questo limite rigorosamente. E la giunta di ASSTRA nazionale, di cui faccio parte, ha chiesto un chiarimento e si batte per una interpretazione estensiva.

Il tema è: chi controlla su treni e bus il rispetto della misura? In caso di emergenza dovranno essere chiamate le forze dell’ordine, fermare il treno o bus, il tutto con evidenti gravi ripercussioni sulla regolarità del servizio. Sarebbe il caos.

Quindi sarà necessario un grande senso di responsabilità da parte degli utenti, di autocontrollo e di rispetto delle regole.

Occorre riservare il trasporto pubblico, in questa fase, a chi ha necessità di muoversi per lavoro o gravi motivi.

Prendiamo ad esempio un treno della circumvesuviana. La capienza è di 396 posti, di cui solo 120 seduti. Per rispettare il distanziamento sociale potremo arrivare a 102 posti, di cui 60 seduti. Siamo quindi al 25 per cento circa.

Le azioni previste sono le seguenti:
1. Uso obbligatorio delle mascherine.
2. Dispenser disinfettanti nelle stazioni.
3. Sanificazione quotidiana treni, bus e stazioni
4. Campagna per GOEAV (biglietti online) (evitare il contante)
5. Nessun controllo e acquisto biglietti su treni e bus (per evitare il contatto fisico)
6. Controllo ad accessi (stazioni) (in sinergia con forze dell’ordine)
7. Chiusura alcune stazioni impresenziate a bassa frequentazione (per concentrare i controlli)
8. Separazione di posizioni su treni e bus (per rispettare il distanziamento sociale)
9. Protezione guidatore da passeggeri, sia su bus che su treni.
10. Incentivo smart working dipendenti e entrate in ufficio distribuite in tre fasce orarie (8-11).
11. In casi di emergenza affollamento banchine, chiusura temporanea (mezz’ora) stazioni di Montesanto e Garibaldi, capolinea con maggiore afflusso.

E’ un percorso complicato e sul quale, come tutte le aziende di trasporto in Italia, stiamo cercando un equilibrio.
Dobbiamo garantire la sicurezza sanitaria dei nostri dipendenti e dei nostri utenti, ridurre l’affollamento, spendere di più (per sanificazioni, mascherine ecc.) mentre stiamo incassando meno (i ricavi da traffico si sono ridotti del 90%). Un percorso complicato , con il contributo di tutti ce la faremo.

Allegato:
Giovedì, 23 Aprile, 2020

È ben noto il poderoso programma occupazionale di Eav, che grazie alla selezione in oggetto ha iniziato un percorso per 350 assunzioni tra capitreno, macchinisti, operai, conducenti, operatori di stazione, operatori di manovra, specialisti tecnico-amministrativi.

Detto programma risulta ad oggi attuato solo parzialmente; sono state effettuate le prime   164 assunzioni, e altre sono in corso .

Tuttavia, l’attuale emergenza da Covid 19 sta incidendo profondamente sul piano lavorativo del nostro Paese, determinandone mutamenti sensibili. Gli sforzi profusi dalle Istituzioni – nazionali e locali – dalle parti sociali, dai datori di lavoro e dagli stessi lavoratori sono volti ad assicurare, al contempo, la normale prosecuzione di tutte le attività e la massima tutela della salute dei cittadini.

È chiaro, dunque, che anche EAV è chiamata a far fronte alle contingenze, con tutte le energie umane ed economiche di cui è in grado di disporre.

Pertanto, l’iter occupazionale già avviato è momentaneamente sospeso.

Resta tuttavia invariata la necessità di procedere, non appena possibile, alle assunzioni, così come resta immutata la validità delle graduatorie dei candidati idonei, già pubblicate prima dell’emergenza.

Vista l’evoluzione continua ed imprevedibile dello scenario di emergenza suddetto, nonché in considerazione delle prescrizioni ANSF in materia di formazione ed abilitazione del personale da impiegare in attività di sicurezza, oggi non si dispone di elementi sufficienti per programmare i tempi di ripresa delle attività di assunzione.

Ogni ulteriore e futuro aggiornamento in merito sarà oggetto di tempestiva comunicazione.

Il Presidente del CDA

 (Dr. Umberto De Gregorio)

Allegato:
Mercoledì, 22 Aprile, 2020

Viste le ordinanze che prorogano fino al 3 maggio il divieto di spostamenti se non per motivi di grave necessità e considerata la richiesta pervenuta da molti sindaci del territorio (Quarto, Pozzuoli, Ercolano, Portici, San Giorgio a Cremano, Sindaci della costiera sorrentina, ecc.) di reiterare l’iniziativa di chiusura effettuata nei giorni di Pasqua e Pasquetta,  anche al fine di contenere eventuali assembramenti in questo periodo di chiusura della cosiddetta fase uno di emergenza covid-19, le linee EAV su ferro resteranno chiuse in occasione delle festività del 25 Aprile e del Primo Maggio.

Come già avvenuto con successo nei giorni di Pasqua e Pasquetta, chi ha bisogno di spostarsi sui nostri itinerari per gravissimi e documentati motivi  (personale della sanità, protezione civile o simili) deve inviarci una richiesta a r.vallefuoco@eavsrl.it specificando il motivo dello spostamento (documentandolo), gli orari, la stazione di partenza e di arrivo, entro Giovedì 23 aprile ore 19 per gli spostamenti del 25 aprile ed entro le ore 19 di Martedì 28 aprile per gli spostamenti del primo maggio.

Per tali utenti che svolgono quindi un lavoro legato all’emergenza sanitaria e che non hanno possibilità di trasporto privato attiveremo un servizio sostitutivo dedicato, alle ore 7 di mattina e alle ore 18 di sera, in entrambi i giorni di sospensione del servizio.

Il nostro servizio su gomma invece funzionerà regolarmente sino alle ore 13.

Allegato:
Lunedì, 13 Aprile, 2020

Nel rispetto dell’ordinanza n.32-12/04/2020 del Presidente della Regione Campania “è fatto obbligo di adozione dei dispositivi di protezione individuale per il personale a bordo e per i passeggeri”.

Pertanto si potrà viaggiare su treni ed autobus solo indossando le mascherine di protezione.

Allegato:
Martedì, 7 Aprile, 2020

Le linee EAV su ferro il giorno di Pasqua e Pasquetta quest’anno saranno chiuse, in accordo con le indicazioni diramate dal Presidente della Regione Campania, per evitare possibili assembramenti. Richiesta in tal senso ci è giunta anche da numerosi sindaci del territorio.

Sino al giorno 14 Aprile infatti sono vietati gli spostamenti se non per motivi di grave necessità. I nostri treni viaggiano con pochissimi passeggeri i giorni feriali; i giorni festivi i passeggeri si contano in poche decine.

Abbiamo motivo di ritenere che i passeggeri che si spostano per motivi di grave necessità il giorno di Pasqua e Pasquetta siano ancora meno dei normali giorni festivi.

Chi ha bisogno di spostarsi sui nostri itinerari per gravissimi e documentati motivi  (personale della sanità, protezione civile o simili) deve inviarci una richiesta documentata a r.vallefuoco@eavsrl.it specificando il motivo dello spostamento (documentandolo), gli orari, la stazione di partenza e di arrivo, entro domani mercoledì 8 aprile ore 18.

Per tali utenti che svolgono quindi un lavoro legato all’emergenza sanitaria e che non hanno possibilità di trasporto privato attiveremo un servizio sostitutivo dedicato alle ore 7 di mattina il giorno di Pasqua ed alle ore 7 di mattina ed alle ore 18 di sera il giorno di Pasquetta.

Il nostro servizio su gomma invece funzionerà regolarmente sino alle ore 13 sia il giorno di Pasqua che di Pasquetta. 

 

Allegato:

Pagine

 

EAV

Ente Autonomo Volturno S.R.L

SOCIO UNICO REGIONE CAMPANIA

Corso Garibaldi, 387
80142 Napoli ITALY

C.C.I.A.A. Napoli n. 4980 

C.F. e P. IVA 00292210630

Capitale sociale € 50.000.000,00