-A A +A

Comunicati stampa

Lunedì, 17 Dicembre, 2018

Entra oggi in funzione GoEav, la nuova App per l’acquisto dei biglietti Eav direttamente con lo smartphone. Con la nuova App, disponibile in italiano ed inglese, è possibile consultare gli orari, pianificare il percorso ed acquistare il biglietto, anche un attimo prima di iniziare il viaggio. Il biglietto è a tempo e dura due ore dal momento dell’acquisto. L’acquisto online è sicuro e si può effettuare in diverse modalità: con carta di credito, con Postpay, sul circuito Sisal, caricando il borsellino elettronico e tanti altri modi ancora.

Da oggi quindi il biglietto si può fare sempre, dove e quando vuoi, anche se la biglietteria è chiusa. Inoltre sull’App sono riportate in tempo reale le notizie sulla regolarità della circolazione e su eventuali variazioni.

L’applicazione consente anche di evitare la vendita di biglietti già obliterati come di recente accaduto e quindi prevenire le frodi incrementando la gestione trasparente dell’azienda.

GoEav è pubblicata sugli store di Android ed Apple, è di facile installazione e semplice da utilizzare.

 

Allegato:
Lunedì, 17 Dicembre, 2018

Da oggi in servizio il primo dei quattro treni con livrea d’arte. In attesa dei treni revampizzati che le imprese che hanno vinto la gara dovranno assolutamente consegnare nel 2019 (pena la risoluzione definitiva del contratto) e dei nuovi treni da acquistare con la gara appena partita, la Circumvesuviana sperimenta, a basso costo, una livrea d’are (con pellicola adesiva) per i treni destinati alle località turistiche, anche per i treni charter speciali, il nuovo servizio appena lanciato.

La nuova livrea d’arte delle vetture dell’EAV mostra una ricca serie di personaggi che hanno avuto a che fare con il Vesuvio e con il suo ampio territorio, sul quale la rete circumvesuviana traccia i propri percorsi lungo quasi cento stazioni e da ben più di cento anni.

Il primo volto è quello antichissimo e mitico di Ercole, riportato dal modello Farnese, al quale si credeva fosse consacrato il vulcano dopo la sua vittoria contro un demone sulle sue balze; dietro di lui tralci e grappoli suggestivamente di Piedirosso, a ricordare come il Vesuvio fosse inteso un grande monte prima dell’eruzione del 79, con i pendii ricoperti di vigne.

Plinio il Vecchio fu il più importante testimone e vittima di quella catastrofe, egli partendo da Castellammare di Stabia, su una piccola imbarcazione, anche per indomito spirito scientifico di osservazione di un evento che spaccò il Vesuvio dal Monte Somma, consolidando lava sul territorio così come se ne vede a cascata procedendo nell’illustrazione.

In avanti di molti secoli, esattamente nell’entroterra sommese, l’introduzione alla storia antica di Somma Vesuviana e del suo comprensorio ci presenta Lucrezia d’Alagno, la preferita di re Ferdinando; vicende intrise di amore, intorno ad un Palazzo che vide anche Totò, avvolte nel profumo inebriante delle gustosissime ciliegie del Monte.

Carlo III di Borbone inaugura la scena media della composizione, così come dominò la metà del Settecento a Napoli e non solo. Tra i suoi innumerevoli prodigi, l’aver voluto una Reggia a Portici, impostazione regale vesuviana che diede il via alla costruzione di una sequenza delle più belle dimore nobiliari, il Miglio d’Oro, tra le quali spicca Villa Campolieto.

“Con un pennacchio di fumo sul cocuzzolo” comparve il Vesuvio a Wolfgang Goethe quando ne risalì il corpo maestoso e terribile, fumante e spettacolare, il medesimo vulcano che aveva distrutto e sepolto Ercolano, Pompei ed altri siti, che allora lentamente ritrovavano la luce.

Vesuvio che distrugge e Vesuvio che crea. Sembra essere un ritmo secolare nella vita stessa dei vesuviani, così come sulle terre incenerite dalle lave le ginestre prendono vita ancora una volta, luminose e odorose, ad ispirare l’animo inquieto e sensibile di Leopardi.

Un ciclo sublime per un territorio fantastico, questo vesuviano, così tanto da farvi nascere lo studio dei vulcani nel mondo, a cura di Luigi Palmieri, direttore dell’Osservatorio del Vesuvio, dove sperimentò, scoprì, divulgò e ricercò, fino al tempo in cui il Vesuvio stesso ebbe l’unico impianto di risalita esistente su vulcano attivo, la Funicolare.

Questo sistema di trasporto ferrato fu promosso con il jingle più famoso, tra fine Ottocento e inizio Novecento, parole napoletane musicate da Luigi Denza di Castellammare di Stabia, nei cui Regi cantieri navali di lì a cinquant’anni sarebbe stato costruito il superbo veliero Amerigo Vespucci, la nave-scuola per l’addestramento di allievi ufficiali, nelle stesse acque che videro solo salpare Plinio il Vecchio, magari sotto àverle e falchetti.

All’altro capo del comprensorio vesuviano, San Giorgio a Cremano fa da cerniera essenziale con l’estensione orientale di Napoli, da dove promana anche la ferrovia circumvesuviana, e il suo carattere, il suo linguaggio e la sua malinconica ironia, ancora in equilibrio tra distruzione e ricreazione, si fanno icone nella comicità di Massimo Troisi.

Una vera e propria enciclopedia millenaria custodisce il territorio vesuviano, tra castagneti ed ampie pinete, attraverso un senso di appartenenza fortissimo e tutto proprio di chi abita, con una certa serenità, una meraviglia irrequieta, perché, insieme a tutti i personaggi che l’hanno vissuto ed amato, “il Vesuvio è della gente che gli dorme sul cuore (Maria Orsini Natale)”.

 

Allegato:
Sabato, 15 Dicembre, 2018
In merito alle segnalazioni circa l’andamento del servizio sulle linee Cumana e Circumflegrea, l’Eav ricorda che la circolazione sulle linee flegree è regolata da un sistema di sicurezza che ha più di 60 anni.  Purtroppo l’obsolescenza degli impianti comporta un aumento nella frequenza dei guasti. Le normali operazioni di manutenzione degli stessi sono diventate sempre più complesse, anche per la difficoltà di reperire i ricambi necessari. Tuttavia lo sblocco degli investimenti da parte dell'attuale amministrazione regionale ha permesso l’avvio del processo di ammodernamento degli impianti. Purtroppo occorre del tempo per la realizzazione di quanto programmato, durante il quale i tecnici Eav sono comunque, costantemente e quotidianamente, impegnati a garantire la tenuta e l’efficienza dell’impianto in esercizio, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza ferroviaria. L’azienda insieme al percorso di ammodernamento delle infrastrutture, ha anche avviato il rinnovo del materiale rotabile con la messa in esercizio dei primi cinque treni nuovi ai quali se ne aggiungeranno altri sette.  
L’EAV è consapevole dei disagi a cui l’utenza sta andando incontro, ma conferma di aver attivato tutti gli strumenti possibili e necessari alla risoluzione del problema
Allegato:
Mercoledì, 5 Dicembre, 2018

Dopo Scampia, altre 3 stazioni restituite ai cittadini, con i ricavati di una azione legale. Saranno opere d'arte.

Lo scorso anno, nel corso di una causa per responsabilità nelle passate gestioni (in cui ci siamo costituiti parte civile) l' Ente Autonomo Volturno ha ottenuto un cospicuo risarcimento.

Abbiamo deciso di rendere immediatamente questi soldi ai cittadini, in maniera trasparente, investendoli nel recupero architettonico e funzionale di tre stazioni tra le più difficili , frequentate o di frontiera dell'intera rete.

E' nata, così, "Operazione trasparenza", in collaborazione con l' Accademia di belle arti di Napoli  e con Inward,Osservatorio sulla Creatività Urbana. 

Studenti e docenti dell'Accademia e street-artisti di valore internazionale hanno progettato la trasformazione di questi spazi, declinando il tema della "trasparenza", intesa come good pratice, negli elementi più pertinenti alla specificità dei luoghi: Agnano Terme, acqua; Dazio (Bagnoli), aria; Grotta del Sole (Monteruscello), luce.

Oggi l'inserto de "Il Giornale dell'Arte" parla ampiamente dei progetti, in via di realizzazione. 

La trasparenza non può essere soltanto un principio declamato, un protocollo cui dare seguito, deve diventare prassi quotidiana. Significa agire, costruire fiducia, mettere in moto processi virtuosi tra Istituzioni e cittadini. Con "operazione trasparenza", EAV vuole lanciare un segnale ancora più ambizioso: la trasparenza non è solo giusta e utile,  ma è bella. Le good pratices rendono alla collettività più servizi e più bellezza, più strumenti e più fiducia nel futuro. Trasformare i luoghi del vivere quotidiano, anche quelli di passaggio, in esperienze profonde, di viaggio, significa espandere la qualità della vita delle persone, trasformare un tempo morto in arte, quindi in vita

Di questa vicenda, resterà anche il racconto cinematografico dei ragazzi della scuola di cinema, guidati dal professor Stefano Incerti.

L'inserto de "Il Giornale dell'Arte"

 

 

Allegato:
Martedì, 4 Dicembre, 2018

Parte il prossimo 8 dicembre la Fiera Enogastronomica “FARE NATALE”. La manifestazione organizzata dal Comitato Fare Onlus, con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo della Regione Campania e del Comune di Vico Equense, è realizzata in collaborazione con l’EAV che, per la prima volta in oltre 50 anni dalla sua entrata in esercizio, aprirà la Funivia del Faito durante tutti i weekend di dicembre e fino al 6 gennaio.

L’evento, che vedrà la partecipazione di numerosi espositori locali, oltre al percorso enogastronomico con offerta di menu turistici, proporrà spettacoli ed intrattenimento per adulti e bambini, il sabato dalle 11 alle 20 e la domenica dalle 10 alle 19.

 

Allegato:
Lunedì, 26 Novembre, 2018

I dati del servizio turistico del Campania express mostrano un + 45 per cento degli incassi nel 2018 rispetto al 2017 con oltre 750 mila euro.

Nel prossimo anno intendiamo rafforzare le iniziative a servizio del territorio e del turisimo.

In particolare nell’area della costiera sorrentina e dell’area flegrea. Al Campania express, al Cuma Express, al Sorrento Notte, all’archeo-bus, affiancheremo nuovi servizi.

Incassi Campania Express 2018  + 45 %  rispetto al 2017

 

2016

2017

2018

TOTALE

351.539

522.377

756.614

Un incremento degli incassi del 45 % nel 2018!

 

Allegato:
Lunedì, 13 Agosto, 2018
Abbiamo ascoltato tutte le osservazioni che ci sono pervenute dopo la pubblicazione del bando Venerdi.
Erano state tutte già valutate. Naturalmente vi possono essere opinioni diverse, ma a noi tocca decidere conciliando le diverse esigenze: tempi, equità, costi, produttività.
Poiché il bando non è stato ancora pubblicato sul BURC abbiamo accolto  una delle richieste di modifica pervenute anche da alcune organizzazione sindacali e che ci è parsa conciliabile con le esigenze aziendali.
Per gli autisti (profilo A) è stata inserita la possibilità di partecipare alla selezione, indipendentemente dal voto di diploma per chi abbia prestato attività lavorativa presso EAV, anche tramite società interinale, per almeno tre mesi negli ultimi tre anni.Quindi, in questo caso,  per chi ha già lavorato o sta lavorando presso EAV, sarà possibile partecipare alla selezione (test e poi prove pratiche e orali) indipendentemente dal voto di diploma.
Allegato:
Venerdì, 10 Agosto, 2018

Come annunciato nella conferenza stampa di martedì 7 agosto, da oggi e fino al 7 ottobre, è possibile presentare la candidatura per uno dei profili proposti nel bando: 320 posizioni destinate a diplomati e 30 a laureati da inquadrare con rapporto di lavoro full time e a tempo indeterminato.

Tutte le modalità sono sul sito di Eav: www.eavsrl.it.

Sul sito, nella sezione “azienda/selezioni e concorsi”, procedere su accesso sezione dedicata, prendere visione dell’avviso e selezionare il profilo prescelto e proseguire con la registrazione.  

La candidatura costerà 20€, di cui 5 verranno devoluti in beneficenza, e sarà possibile candidarsi ad uno solo dei 18 profili richiesti.

Il 10 novembre i candidati potranno verificare la loro ammissione al concorso e conosceranno la data delle prove.

Per ogni chiarimento i candidati, dal 17 agosto, potranno contattare la società che gestirà il concorso alla mail selezioneeav@quanta.com..

 

Allegato:
Giovedì, 9 Agosto, 2018

EAV – Ottimi risultati nella guerra contro vandali e delinquenti

Raffronto tra primo semestre 2018 e primo semestre 2017:  Si registra un calo del 31 % degli eventi criminosi ed un aumento del 79 % di fermi ed arresti

 

Il numero totale degli eventi è diminuito significativamente: 31 per cento in meno (541 casi rispetto ai 786 del 2017).

Aumentato il numero dei fermi ed arresti : + 79 per cento, da 62 a 111. 

 

Emerge una sempre più forte interazione con le FF.OO che si concretizza non solo nelle attività di prevenzione svolte a favore delle nostre esigenze, ma anche in quella di ausilio alle indagini di polizia giudiziaria grazie alla messa a disposizione dei nostri impianti di videosorveglianza.

Da gennaio a luglio 2018,  221 sono state le richieste di immagini dei nostri sistemi TVCC da parte delle FF.OO.

 

Raccontare tutto quello che accade, lavorare in sinergia con le FFOO, fare squadra con utenti e dipendenti. La strada è questa. E’ una guerra, molte battaglie le stiamo vincendo.

 

Danni al patrimonio

I furti sono diminuiti del 22 per cento (da 18 a 14).

Le aggressioni al personale diminuiti del 44 per cento (da 109 a 61).

Gli atti vandalici diminuiti del 47 per cento (da 405 a 216).

Danni all’utenza

Le aggressioni sono diminuite del 28 per cento (da 107 a 77).

I furti sono diminuiti del 19 per cento (da 69 a 56).

I Disagi sono aumentati del 50 per cento (da 78 a 117) (per disagi si intende presenza di tossicodipendenti, ubriachi, clochard).

 

 

Allegato:
Mercoledì, 8 Agosto, 2018

Dopo aver risanato finanziariamente l’azienda, dopo aver programmato investimenti in oltre un miliardo di euro, è indispensabile investire in risorse umane. Senza nuovo capitale umano sarebbe tutto vano. Siamo alla fase 3 del rilancio di Eav.

Prevediamo l’assunzione di 350 persone, di cui 30 laureati. Abbiamo selezionato una società specializzata con regolare gara per fare la selezione. CI sarà un test e poi una prova scritta ed una orale (o pratica). Il più grande concorso nella storia di una società partecipata regionale. Con criteri completamente nuovi.

 

Si tratta di una scommessa. Infatti prevediamo migliaia e migliaiadi domande. Daremo ampia informazione sul sito e sui giornali. Saremo “allergici”  alle segnalazioni e punteremo al merito.

Si è sempre detto che le assunzioni nelle società partecipate negli anni passati sono state gestite con criteri clientelari. Io voglio essere chiaro su questo punto: non ho alcuna intenzione di essere un semaforo tra le correnti dei partiti e dei sindacati. Peraltro i criteri con cui ci muoviamo annullano questo rischio.

 

Il 15 per cento della forza lavoro sarà nuovo. Sarà indispensabile per assicurare un futuro all’azienda che prevalgano i migliori, chi ha voglia di fare e chi ha le competenze per fare. Privilegeremo chi ha i requisiti per consentire l’accesso agli incentivicontributivi. Per quanto riguarda ingegneri, avvocati e commercialisti privilegeremo chi ha già esperienze qualificate di lavoro, meglio ancora se all’estero. Sarà importante la conoscenza della lingua inglese.

La scadenza delle domande è il 7 ottobre. Sarà una trafila lunga ma speriamo di completare l’iter e di procedere alle assunzioni entro la prossima estate.

700 persone hanno lasciato l’azienda negli ultimi quattro anni. Solo nel 2018 avremo 140 esodi agevolati (con i fondi regionali) e altre 60 uscite naturali. Rispetto al costo del lavoro del 2017 a regime nel 2019 il costo del lavoro non aumenterà poiché il costo di un lavoratore neo assunto è inferiore di almeno un terzo al costo medio di un attuale lavoratore. Con le assunzioni potremo ridurre in modo consistente peraltro il costo del lavoro straordinario, oggi a livelli eccessivi ma indispensabile per fronteggiare le richieste di servizio.

Oggi l’età media del personale dipendente si attesta intorno ai 53 anni, con il 52 % di agenti con età superiore a 50 anni, il 14 per cento di età superiore a 60 e solo il 2% con età inferiore a 30 anni.

Se non si da spazio ai giovani, non vi è speranza per le nostre aziende e per il nostro territorio.

 

Allegato:

Pagine

 

EAV

Ente Autonomo Volturno S.R.L

SOCIO UNICO REGIONE CAMPANIA

Corso Garibaldi, 387
80142 Napoli ITALY

C.C.I.A.A. Napoli n. 4980 

C.F. e P. IVA 00292210630

Capitale sociale € 50.000.000,00