Comunicati stampa

Giovedì, 3 Agosto, 2017

Leggo dai giornali di oggi che l'assessore Panini avrebbe affermato che la Regione ha destinato ad EAV più risorse nel 2016 e 2017 rispetto al 2015. Evidentemente è male informato. Le risorse per EAV sono le stesse dal 2012, quando subirono un taglio del 30 per cento. De Luca non ha aumentato le risorse per il servizio.

 

Voglio poi ricordare a tutti che EAV opera con le sue linee per il 90 per cento nell'area metropolitana di Napoli. Insomma quello che viene dato ad EAV viene dato a Napoli . Non lo dimentichi qualcuno che frettolosamente sembra voler far  apparire EAV come qualcosa che non riguarda Napoli . EAV è parte integrante e fondamentale del sistema metropolitano di Napoli .

Allegato:
Martedì, 1 Agosto, 2017

Servizio automobilistico Ischia alcune precisazioni.

Queste le precisazioni in riferimento agli articoli comparsi, domenica 30 luglio, su il Golfo di Ischia e sul Corriere del Mezzogiorno:

 

Gentile Direttore,

siamo consapevoli delle necessità di fornire, a volte,  notizie anche in forma divertente e divertita, perché i tempi, ahimè, sono quelli che sono e un sorriso e un po’ di goliardia danno un giusto senso alle cose.

Per tali motivi, abbiamo letto con un sorriso l’articolo e la foto-notizia apparsa sul suo giornale, di un turista che (nascondendo e reprimendo la sua risata sotto l’apparente sforzo) compiva il gesto eroico da Superman di spingere un autobus in panne.

Il sorriso, però, si è spento quando si sono ricevute richieste di informazioni sull’accaduto, come se fosse possibile un gesto tanto esageratamente eclatante.

E insieme alla stranezza di dover dare spiegazioni a un fatto inesistente, si sono dovute anche ricevere le lamentele da parte dei lavoratori che operano ad Ischia, mortificati per la derisione cui sono stati soggetti.

E’ indubbio che non rappresentiamo l’eccellenza mondiale dei servizi di trasporto ma è necessario il confronto su chi eravamo e su chi siamo diventati.

La tabella che segue mostra alcuni numeri che meglio dovrebbero rappresentarle la situazione ischitana:

Come si vede, non è eccellenza da 10 e lode ma non crediamo si possa giudicare il dato a tal punto fuori controllo da dover essere soggetto a derisione e scherno.

Non è certo la dignità offesa di chi le scrive che cerca chiarimenti o rettifiche, ma le chiediamo , per nome e per conto dei lavoratori impegnati sull’isola, anche quelli appartenenti alle ditte esterne che collaborano (manutenzione e pulizia),  di porre parziale rimedio alla foto-notizia in questione, secondo qualsiasi strumento Lei dovesse ritenere idoneo.

La ringraziamo per la sua disponibilità.

 

Il Responsabile del Trasporto Automobilistico

Mariano Vignola

Allegato:
Mercoledì, 7 Giugno, 2017

A seguito della sentenza di fallimento nei confronti di Sacom srl  l’EAV ha chiesto alla società Florida srl di farsi carico della relativa quota di servizio.

Ad oggi, per questioni sia tecniche che giuridiche, non è stato ancora perfezionato il passaggio di cantiere con conseguenti perturbative sul servizio, anche a seguito della lettera ricevuta dal Curatore Fallimentare del giorno 5 Giugno 2017 che ci scrive “i dipendenti in forza a SACOM per nessuna ragione devono accedere ai precedenti posti di lavoro”. 

Le preoccupazione dei lavoratori sono legittime per cui abbiamo chiesto, ufficialmente, un autorevole intervento della Prefettura per una immediata convocazione .  Appare evidente che il problema debba essere risolto dalla Curatela fallimentare e dalla FLORIDA.

La direzione EAV , come sempre, è in prima linea per la difesa dei diritti dei lavoratori e per la conservazione del posto di lavoro. Naturalmente, occorre muoversi nell’ambito dei percorsi previsti dalla normativa vigente. Le proteste dei lavoratori di SACOM verso EAV non appaiono utili

Allegato:
Lunedì, 5 Giugno, 2017
FUNIVIA DEL FAITO – RINNOVO DELLA VITA TECNICA dopo 60 anni – A che punto siamo
Riapriremo entro l’estate e sarà un miracolo
 
Le funivie ogni 60 anni devono fare adeguamento strutturale e normativo. La Vita Tecnica della Funivia del Faito, inaugurata nel 1952, è terminata nel 2012, quando è stata chiusa. Per poter rinnovare tale vita tecnica, scongiurandone la chiusura definitiva e, quindi, riaprire l’impianto al pubblico, la norma prevede l’effettuazione di importanti e complessi lavori radicali di ammodernamento tecnico, nonché di adeguamento antisimico e abbattimento delle barriere architettoniche per le due stazioni e per le altre strutture.
L’estate 2016 la funivia è stata aperta grazie ad una proroga straordinaria ottenuta dal Ministero e non più ottenibile per il 2017.
Alla fine dell’esercizio dello scorso anno (fine settembre 2016) sono state avviate le attività per gli interventi di adeguamento strutturale. I lavori iniziati nel mese di gennaio 2017 sono tutt’ora in corso. Durante tali lavori, portate a nudo le strutture, sono sorte complicazioni dovute allo stato particolarmente degradato in cui sono state rinvenute le strutture delle due stazioni (travi e pilastri), e si è resa necessaria una variante progettuale meno invasiva sulle strutture esistenti, con il conseguente allungamento dell’iter autorizzativo presso gli organi competenti legato alla necessità di elaborare una variante progettuale.
L’iter autorizzativo si è chiuso a metà maggio, per cui, tenendo conto che i tempi tecnici per il completamento dei lavori e di quelli necessari per l’effettuazione delle verifiche e prove di collaudo da parte degli organi competenti (Regione e Ministero) propedeutiche alla definitiva riapertura dell’impianto, la ripresa dell’esercizio è prevista entro l’estate. Ovviamente i nostri tecnici, in sinergia con l’impresa affidataria dei lavori, faranno tutto quanto possibile per ridurre al massimo i tempi di riapertura,anche se alcuni interventi di rifinitura saranno completati successivamente.
Si evidenzia, per fare un paragone, che per i lavori di revisione generale alla funicolare centrale di Napoli, che hanno cadenza ventennale, è stata prevista la chiusura dell’impianto per un anno.
EAV sta facendo uno sforzo eccezionale in tempi da record per recuperare alla attualità un impianto archeologico. Riapriremo entro l’Estate e sarà un miracolo, per il quale mi sento di ringraziare vivamente tutti coloro che hanno lavorato con impegno e dedizione a questo progetto.
Riapriremo con orario prolungato sino alle 22 e con fermata del Campania express

 

Allegato:
Lunedì, 29 Maggio, 2017
La Cumana cambia volto.
 
Sulle linee flegree oggi circolano treni di età media di oltre trenta anni. 
 
Per svolgere un servizio efficiente occorrono 18 treni ogni giorno in circolazione. Oggi invece riusciamo a mettere sui binari dai 10 ai 12 treni. Pertanto si acculano spesso ritardi e soppressioni. Se andiamo sotto i 10 treni – cosa che capita – abbiamo problemi serissimi.
 
Il primo treno nuovo che abbiamo presentato oggi è il primo di una serie di 12. Erano 30 anni che non arrivava un treno nuovo sulla Cumana.
Verrà immesso in servizio entro metà giugno (sono in fase di completamento le prove di messa in servizio, una sorta di “immatricolazione”).
Il secondo treno verrà immesso in servizio entro Luglio. Il terzo entro Settembre . Il quarto entro Dicembre. Tutti e 12 entro l’estate 2018.
 
A questi 12 treni completamente nuovi si aggiungono altri 13 treni revampizzati: 7 sono già in servizio, gli altri 6 saranno immessi in servizio entro la fine del 2017.
 
Pertanto entro l’estate del 2018 la Cumana cambierà completamente volto. Avremo una flotta di 25 treni nuovi o revampizzati, e potremo quindi avere ogni giorno materialmente sui binari almeno 18 treni , per svolgere finalmente un servizio efficiente.
 
Oltre ai treni abbiamo investimenti programmati per il rinnovo dell’armamento (8,5 milioni) (binari) e 20 milioni per la sicurezza (dopo la transazione bombardier).
 
Inoltre sono previsti i lavori per il raddoppio del binario della circumflegrea. In gran parte finanziati , in parte saranno finanziati a breve (patto per la Campania).
 
Oltre ai treni ed ai binari, servono poi gli uomini. Stiamo preparando un piano triennale di assunzioni che presenteremo al socio Regione.
 
Stiamo pensando ad un treno sul tipo “Campania express” per la Cumana : “Cuma express” , che lanceremo nel 2018, metterà in collegamento le principali località turistiche ed archeologiche dei Campi Flegrei.
 
Nello scorso fine settimana abbiamo, dopo 15 anni, avuto dei treni notturni per collegare MOntesanto con fuorigrotta. Esperimento riuscito, che dal 2018, intendiamo rendere strutturale.
 
Da domani non cambia il mondo, avremo ancora disagi e ritardi. Ma con una prospettiva certa: entro 18 mesi cambieremo il volto del servizio!
 
Un grazie ai lavoratori di EAV, in particolare a quegli esposti in prima linea, macchinisti, capotreni, controllori, bigliettai. In una stagione di grave crisi del servizio sono loro che ne pagano le conseguenze rispetto agli utenti, talvolta subiscono aggressione, non solo verbali.
Allegato:
Venerdì, 10 Febbraio, 2017

Eav, stazione di Sarno – L’ex dormitorio diventa Farmacia comunale.

Le aree circostanti saranno un parcheggio.

Firmato il contratto di locazione tra il comune di Sarno nella persona del Sindaco Giuseppe Canfora e EAV rappresentata dal presidente Umberto De Gregorio.

L’ex dormitorio, un edificio di circa 220 mq, diverrà sede di una farmacia comunale e degli uffici del Co.fa.Ser. , il Consorzio Farmacie Servizi che  gestisce 7 farmacie comunali in Provincia di Salerno.

Il comune gestirà anche lo spazio a verde di circa 800 mq mentre l’area di mq 440 circostante diverrà parcheggio.

Prosegue così la messa a reddito e la riqualificazione sociale del patrimonio EAV

 

Allegato:
Venerdì, 10 Febbraio, 2017

Il diario della violenza.

EAV fa quello che può ma non deve essere lasciata sola.

Abbiamo inoltrato una ulteriore richiesta di aiuto e collaborazione alle forze dell’Ordine , che mira a rendere in tempo reale accessibili le immagini riprese dai nostri impianti di video sorveglianza. Una volta allertate le forze dell’ordine potranno così direttamente verificare gli episodi criminosi che si stanno perpetrando.

 

Inoltre abbiamo deciso di agire con azioni di responsabilità patrimoniale nei confronti dei genitori dei minori che si rendono protagonisti di azioni criminali (baby gang) e che restano impuniti e impunibili.

 

Ennesimo episodio di violenza questa mattina intorno alle 9.30, durante il normale servizio di controllo dei titoli di viaggio, nella stazione di Barra  nei confronti di un addetto alla controlleria che svolgeva il suo lavoro sul treno delle 8.20 da Poggiomarino, è stato aggredito da un uomo di circa 55 anni. L’aggressore è stato portato in caserma dai Carabinieri intervenuti sul posto.

Il collega assistito dagli operatori sanitari accorsi è stato accompagnato in Ospedale per gli accertamenti dovuti

Allegato:
Martedì, 3 Gennaio, 2017
Comunicato stampa dell'azienda

Il primo Gennaio 2017, per la prima volta nella storia EAV, il servizio della Circum linea Napoli – Sorrento è stato aperto anche il pomeriggio con 19 corse in più. Soltanto nel pomeriggio sono stati emessi 1900 biglietti, che si aggiungono ai biglietti ed all’incasso della mattina, ed a quello dei rivenditori esterni.

I biglietti emessi nelle nostre stazioni sono stati 4178 contro i 1240 del 2016. Un successo.

 

Si stima pertanto che i viaggiatori diretti a Pompei/Sorrento  che hanno viaggiato sui nostri treni nella giornata del primo gennaio siano stati certamente più di cinquemila, con un incasso di circa 15 mila euro.  

 

Anche il servizio pullman di Ischia e Sorrento è stato, per la prima volta, prolungato sino a sera con 180 corse in più ad Ischia e 56 corse in più a Sorrento, con un incasso complessivo della giornata stimato in circa 14 mila euro.

 

In conclusione EAV sulle linee di Sorrento, Pompei e Ischia ha incassato circa 29 mila euro, con grande soddisfazione degli utenti. Naturalmente questo dato è un parziale del dato complessivo degli incassi di EAV su tutte le linee -  aperte,  invece, soltanto la mattina.

 

A regime si prevede il servizio pieno in occasione di tutte le festività. 

Allegato:
Lunedì, 19 Dicembre, 2016
Il Presidente De Gregorio sull'emergenza sicurezza

Dichiarazione del Presidente di Eav sull'emergenza sicurezza ripresa dal Tgr Campania

 

Allegato:

Pagine

 

EAV

Ente Autonomo Volturno S.R.L

Corso Garibaldi, 387
80142 Napoli ITALY

C.C.I.A.A. Napoli n. 4980 

C.F. e P. IVA 00292210630

Capitale sociale € 12.621.917,00

 

Contatti

Tel. +39 081 7722111
Telefax +39 081 200991

P.E.C. enteautonomovolturno@legalmail.it

Pubblicità in EAV